Home»Blog»Le migliori macchine da cucire per il patchwork

Le migliori macchine da cucire per il patchwork

0
Shares
Pinterest Google+

Il patchwork è una vera e propria arte, che richiede maestria e spirito di condivisione.

Massima espressione del cucito creativo, è tra le tecniche più amate in particolare dalle sarte amatoriali, perché permette di affinare la tecnica divertendosi. Il patchwork è infatti il metodo con cui si cuciono stoffe di cotone o di diversa fattura e consistenza, per dar vita ad un’unica creazione. Spesso con questo particolare metodo di “lavoro con le pezze”, simbolo del taglia e cuci, si realizzano coperte e piumini: si parla a livello professionale di quilting, ad indicare trapunte il cui strato superiore è realizzato con un assemblaggio di stracci colorati. Ma i complementi d’arredo non sono l’unico frutto della passione per questo ramo del cucito creativo. Le ultime tendenze moda esaltano uno stile casual, e hanno lanciato il patchwork fai da te anche per jeans e top.

Dunque la fantasia non basta per essere regine di un cucito trendy, né basta riunirsi tra appassionate (è il fenomeno del “cut & friends”, che impazza in Inghilterra) per perfezionare il metodo e confezionare capi perfetti. Il segreto per un patchwork d’autore è tutto racchiuso nella macchina da cucire. Non tutti i modelli sono calibrati per lavorare facilmente sia materiali spessi che stoffe più sottili.

Sul mercato esiste fortunatamente un’ampia gamma di macchine da cucire per il patchwork, sebbene sia difficile scegliere quella giusta e adatta alle nostre esigenze. Scopriamo dunque insieme quali caratteristiche devono avere i modelli adatti per questa tecnica di cucito, e quali sono i migliori modelli per un risultato ottimale.

 Le caratteristiche delle migliori macchine da cucire per il patchwork

Per stabilire quale sia la migliore macchina da cucire per il patchwork è necessario come prima cosa appurare che il modello selezionato sia dotato di diverse caratteristiche ed accessori. Fondamentale il piedino aperto per trapunta a mano libera, per scatenare la fantasia. Definito dalle maestre di taglia e cuci “free motion”, trapuntare a mano libera nel patchwork e in particolare nel quilting è la chiave per una creazione originale. Con questa opzione ci si può sbizzarrire con decorazioni e figure geometriche colorate, personalizzando piumini e capi d’abbigliamento. Altra caratteristica importante delle migliori macchine da cucire per il patchwork è sicuramente la posizione dell’ago modificabile, oltre ad una vasta scelta di punti per poter realizzare un lavoro più tecnico e accurato.

Utile per il cucito creativo anche i modelli dotati di sistema a doppio trasporto integrato. Questa particolare tecnologia permette di trasportare la stoffa non solo dalla parte inferiore, ma anche da un apposito gambo che si innesta al momento necessario. Inoltre, per una macchina da cucire ideale per il patchwork, la funzione dell’ago doppio è fondamentale. Stiamo parlando di un accessorio che trasforma il più semplice modello in uno strumento d’oro, e che si utilizza per fare l’orlo su tessuti difficili, come il jersey e la maglina: i risultati che si ottengono in tempi rapidi sono altamente professionali, con sforzo minimo. Il doppio ago si monta anche con facilità, come un ago singolo su qualsiasi apparecchio che sia provvisto di un secondo portarocchetto.

I modelli delle migliori macchine da cucire per il patchwork

Non tutte le macchine da cucire sono ideali per il cucito artistico. Analizzate le principali caratteristiche utili per un risultato ottimale, è possibile riscontrarle in diversi modelli presenti sul mercato.

Tra le migliori macchine da cucire per il patchwork c’è l’elettronica Singer Patchwork 7285Q , perfetta per le aspiranti “sarte artistiche” e in generale per chi è alle prime armi, ritrovandosi a cucire in maniera professionale per la prima volta. È dotata di 98 punti, inclusi 15 specifici per quilt, 6 occhielli automatici ad un tempo, punti elasticizzati ed infila ago automatico. Il braccio libero migliora ed agevola la cucitura degli orli tubolari. Inoltre, il tavolo allungabase consente il cucito perfetto di trapunte e tessuti di superfici più ampie. La funzione ago su e giù programmabile facilita la realizzazione dei quilt e delle applicazioni con ben 4 piedini speciali per patchwork in dotazione.

Più sofisticate le macchine Necchi-Elna ideali per il patchwork, studiate per realizzare trapunte, arazzi e art quilt, nonché piccoli blocchi patchwork da inserire in oggetti come cuscini, borse e tovagliette. Completa le tue creazioni con trapunti a mano libera dal risultato impeccabilepunti decorativi e applicazioni di ogni tipo, grazie all’ampia scelta di piedini e accessori. La N7000 e la H50E, con rispettivamente 368 e 404 tipi di punti diversi, sono sicuramente i modelli più adatti al cucito creativo più estroso.

Macchina da cucire affidabile e semplice da usare è anche la Brother CX70PE Patchwork Edition. Questo modello speciale, ideato proprio per raggiungere risultati ottimali nel patchwork, dispone di 70 punti di cucito, ideale per creazioni sartoriali di precisione, decorazioni e finiture professionali. Un apposito cursore regola la velocità di cucitura, l’infila ago automatico e il sistema semplificato per l’inserimento delle spoline velocizzano l’esecuzione.

Se il cucito creativo è una passione amatoriale, la Juki LB5100 ha un buon rapporto qualità-prezzo. Può trasformarsi a braccio libero togliendo il vano accessori per poter lavorare più facilmente i cosiddetti capi tubolari, come maniche e fondi di pantaloni. Le guide di riferimento riportate nella placca metallica permettono la realizzazione di creazioni patchwork di precisione. Il sistema di trasporto permette il trascinamento omogeno sia di materiali più spessi come i jeansati, che di quelli più morbidi come il cotone. Il tasto per la cucitura di ritorno e quello per la posizione ago alto/basso sono specifici per il cucito creativo, la leva per il disinnesto del trasporto lascia più spazio alla creatività, rendendo possibile la realizzazione dei progetti più fantasiosi tramite la tecnica della cucitura a mano libera.

Tra le migliori macchine da cucire ideali per il patchwork spicca infine la Bernette Sew & GO 8. Compatta e portatile, offre 197 punti di cucitura perfetti per le decorazioni e per le tecniche di cucito creativo più professionali. Il doppio ago è adatto per realizzare cuciture più resistenti. Studiata per personalizzare qualsiasi tipo di tessuto, grazie ai punti ornamentali sa creare bellissimi dettagli e bordi decorati.

Previous post

Prime Day 2018: macchine da cucire in offerta su Amazon con sconti fino al 70%

Next post

Ricamare una scritta: macchine da cucire per nomi e sigle

3 Comments

  1. Maria Viola
    5 Maggio 2020 at 13:07 — Rispondi

    Salve,
    Ho letto il suo articolo, che ho trovato molto interessante. Ho chiesto ad un venditore online informazioni sulla necchi n700, mi ha però sconsigliato questo acquisto dicendo che la macchina è obsoleta ed è stata sostituito da quest’altro modello Necchi H72B3 SMART PLUS. Ma io sinceramente non la trovo paragonabile.
    Posso chiederle cosa ne pensa?
    Grazie

    • Maria Viola
      5 Maggio 2020 at 13:08 — Rispondi

      Scusami N7000

    • 5 Maggio 2020 at 14:48 — Rispondi

      Ciao Maria!

      Devo essere sincero, io resterei comunque sulla N7000! Oltre ad avere quasi 400 punti, ha 3 alfabeti completi (la H72B3 ne ha uno solo)

      Per quanto riguarda il budget, credo che in questo momento la differenza sia di poco più di 100 €.

      Qui trova una interessante recensione video: https://www.youtube.com/watch?v=uA8fP9KN-Y8

      Per quali attività la useresti principalmente?

      Prezzo aggiornato: https://amzn.to/2L44HGU

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *