Home»Macchina ricamatrice, cos’è e quali sono le migliori

Macchina ricamatrice, cos’è e quali sono le migliori

Numerose sono le ricamatrici sul mercato: consulta la guida per scegliere il miglior modello che fa al caso tuo

La macchina ricamatrice è l’oggetto del desiderio di ogni sarta, grazie alla sua capacità di trasformare qualsiasi prodotto in una creazione artistica. Se sei alle prime armi o la tua esperienza nel taglio e cucito non è di lungo corso, scegliere il modello più adatto alle tue esigenze tra le migliori ricamatrici sul mercato è una missione quasi impossibile. Ci sono però semplici trucchetti da seguire, che possono essere d’aiuto per comprare il modello perfetto.

Cos’è una ricamatrice e come funziona

Ne hai sentito spesso parlare, hai adocchiato un modello a casa della tua amica ricamo addicted, ma ancora non hai capito come funziona. Cos’è una ricamatrice? Le sarte professioniste definiscono ai corsi di taglio e cucito la ricamatrice come una macchina per cucire che esegue ricami. L’arte del ricamo è complicata non solo a mano libera: è un’operazione complessa anche con il supporto della tecnologia. Nasce così la macchina ricamatrice, che consente di ottenere preziosi ricami su ogni tipo di capo con il minimo sforzo, risparmiando tempo e denaro.

Tre sono i principali modelli di ricamatrici sul mercato:

  • le ricamatrici monofunzione (dette anche professionali)
  • le ricamatrici professionali digitali
  • le macchine da cucire multifunzione con opzione ricamo

Le ricamatrici professionali sono macchine calibrate per realizzare solo ricami, adatte sia per appassionate del taglia e cuci già esperte sia per un target più ampio di aspiranti sarte, che vogliono approcciarsi per la prima volta al cucito creativo. La stragrande maggioranza delle ricamatrici professionali sono digitali. Il lavoro di ricamo è semplificato con la possibilità di collegare la macchina al pc e di ricevere i files da una chiavetta USB. Il prezzo di questi modelli può arrivare anche a cifre elevate, per questo è importante scegliere con cura l’apparecchio prima di compiere l’acquisto.

Se si possiede però già una macchina da cucire standard, potrebbe essere più conveniente comprare una ricamatrice professionale.

Esistono poi modelli di ricamatrici domestiche e macchine da cucire multifunzione che, con l’opzione ricamo, si trasformano in vere e proprie ricamatrici. Tutti i modelli funzionano come una semplice macchina da cucire. L’ago si infila in automatico, si posiziona la stoffa sullo spazio apposito e si seleziona il tipo di ricamo. Con il modello digitale selezionato, e dunque col disegno da realizzare, è possibile regolare le dimensioni, cambiare i colori e ruotare l’immagine. In base al tipo di ricamatrice scelta, è poi possibile eseguire numerose altre opzioni che consentono di personalizzare al massimo il ricamo.

Come scegliere la giusta ricamatrice

Compreso in grandi linee cos’è una ricamatrice, per scegliere il modello più adatto alle tue esigenze affidati a tre fattori:

  • budget
  • funzionalità
  • spazio del telaio

Elementare! L’unica regola per lo shopping perfetto è calcolare prima il budget a disposizione. Vale anche per l’acquisto della migliore ricamatrice: non esiste una macchina da ricamo perfetta in assoluto, ma quella perfetta in base alla cifra che si decide di investire. Solo calcolato prima il budget potrai iniziare ad analizzare la funzionalità. È importante avere le idee chiare su cosa si vuole ricamare, se il cucito creativo è solo un hobby dopo il lavoro o se è la priorità nel tuo focolare domestico. Vuoi ricamare centrini e complementi d’arredo? Oppure vuoi ricamare anche i tuoi jeans? Solo con budget calcolato e con le funzionalità necessarie si può comprendere se si può investire su una ricamatrice o su una macchina da cucire calibrata anche per il ricamo.

Fondamentale anche il cosiddetto spazio del telaio. Le ricamatrici lavorano con dei tela: i modelli economici generalmente montano solo telai 10×10, uno spazio limitato per chi vuole fare del ricamo un’arte. In questo caso è meglio optare per una ricamatrice con prestazioni migliori: uno spazio medio di ricamo intorno al 200×200 ià permette di dare sfogo alla propria fantasia. Per i modelli digitali occhio alle dimensioni dello schermo. Quando si carica un ricamo dalla chiavetta, lo schermo su macchina consente di vedere ciò che stiamo ricamando. Alcune ricamatrici hanno lo schermo piccolo e guidano il ricamo in modo molto sintetico.

I migliori modelli di ricamatrici

Tra i migliori modelli di ricamatrici sul mercato spiccano:

  • Bernette Chicago 7
  • Singer Quantum Stylist EM200
  • Bernette B70 Deco 
  • Alfa MC 9900

Bernette Chicago 7

La Bernette Chicago 7 è il best seller della categoria multifunzione. È una macchina da cucire e ricamatrice insieme con un ottimo rapporto qualità prezzo. Offre più di 150 punti decorativi, 20 per il Quilting, 2 alfabeti, punti satin ed elastici. È calibrata per 100 ricami inclusi con punti di larghezza massima di 7mm. Questa macchina è adatta per ricamare a braccio libero anche su tessuti pesanti.


Singer Quantum Stylist EM200

La Singer Quantum Stylist EM200 è invece il best seller delle ricamatrici professionali digitali, grazie ad un prezzo relativamente economico rispetto ad altri modelli simili. Mette a disposizione una superficie di ricamo extralarge, 260×150 mm, 200 disegni di ricamo e 6 opzioni di scrittura. Ha anche un software di ricamatura opzionale per dare forma a progetti su computer.


Bernette B70 Deco 

La Bernette B70 Deco è la ricamatrice dal ricamo facile, grazie ai punti metallici che fissano il tessuto, permettendo di non tagliare i fili singolarmente. Dotata di un software per ricamare e decorare, offre oltre 200 motivi ricamati e 7 adesivi già integrati.


Alfa MC 9900

L’ultima, ma non meno importante, è l’Alfa MC 9900. Il top del settore per funzionalità e qualità, che giustifica il prezzo elevato. È dotata di 200 punti, 6 occhielli e 3 tipi di lettere da ricamo. Oltre 175 i motivi di ricamo in dotazione e 3 tipi di lettere. L’area massima di ricamo è di 200 x 200 mm, con taglio del filo automatico.